MASSIMILIANO VIRGILIO presenta "Le creature" Rizzoli

Insieme all'autore interverrà Pier Luigi Razzani

  18:00
Ubik Napoli
  Locandina
Via Benedetto Croce 28, 80134 Napoli (NA), Italia

Le creature

Virgilio Massimiliano

Rizzoli (2020)
18,00 €
 9788817144384
La donna si fa chiamare Leonessa. È lei a mandare avanti una casa famiglia illegale nella periferia napoletana, dove vivono i figli dei clandestini che possono permetterselo. Sta contando delle banconote, mentre alle sue spalle un dobermann ringhia legato alla catena. Liu deve lavorare fuori città e non può tenere suo figlio con sé: paga, lo lascia e se ne va. Han ha quattordici anni ed è cinese, almeno così c'è scritto sul passaporto. Da quel momento iniziano i risvegli nella campagna imbastardita oltre l'aeroporto di Capodichino, dove gli aerei decollano verso mete ignote. Lì, nel cortile, Han incontra l'ucraino Dimitri e il senegalese Ismail, che gli insegnano a rubare magliette di Messi al mercato di Poggioreale. E poi c'è Nina, una sbavatura di inaudita meraviglia su quel quadro di cemento e spazzatura. Loro sono i figli di nessuno. Sono gli invisibili, i "fantasmini". Sono i fiori senza radici, quelli che, però, sono disposti a tutto per prendersi la loro terra. Quando Manuel, il figlio della Leonessa, esce dal carcere e vuole ritornare nel giro, trascinando Han in un vortice di violenza senza uscita, nel cuore del ragazzo il desiderio di salvarsi si risveglia e diventa sempre più feroce. Ma non c'è salvezza che non sia condivisa, anche se il prezzo da pagare rischia di essere troppo alto. Massimiliano Virgilio ha scritto un romanzo che non fa sconti, la storia dei "ragazzi di vita" di questo nostro tempo dilaniato e instabile. Racconta l'esistenza così com'è, rendendo universali i dettagli, con il coraggio di chi parla del cuore oscuro delle cose. Insieme a Han siamo tutti invisibili, siamo creature pronte a crescere a qualsiasi costo.
@libr_ida
03 settembre 2020
Le creature è stato un pugno nello stomaco, un magone persistente. Ma non riuscivo a staccarmi, quando uscivo me lo portavo dietro. Era da un po' che non ero capace di finire un libro in 4 giorni e che lo desideravo quando non l'avevo sottomano. Il pensiero della presenza di un mondo devastato così vicino e parallelo a quello in cui vivo, e così riconoscibile, mi ha profondamente turbato. Mi sono sentita responsabile e leggere Le creature ha messo un tarlo nella mia vita calda e pacifica da madre accudente. Non potrò più passare in certi luoghi senza pensare al sottomondo che li attraversa silenziosamente o con un rumore fortissimo di cui noi "brave persone visibili" abbiamo paura. Se un romanzo scuote la tua pace è un romanzo che ha fatto il suo lavoro.
@rosannaciancia
27 giugno 2020
Senza banalità l'autore racconta le sofferenze e la crudeltà del mondo degli "invisibili", delle creature che cercano di sopravvivere e resistere in una realtà in cui domina la forza e si lotta per conquistare il proprio piccolo e visibile posto nel mondo.
@enzaesposito
24 maggio 2020
Una realtà sconvolgente una Napoli irriverente. Un libro che ti lascia pensare
 Aggiungi al carrello
 Aggiungi al carrello